A MÌ ME PIASS: INCONTRO CON CLAUDIO SANFILIPPO, MAL DI TERRA E LA POESIA MILANESE
Il cantautore Claudio Sanfilippo ospite della Biblioteca Sicilia per un incontro dedicato alla poesia  milanese.

Ben noto agli appassionati della canzone d’autore Claudio Sanfilippo  presenterà al pubblico la sua raccolta Mal di terra (Edizioni del Foglio Clandestino), contenente due sezioni poetiche Nel sangh che rüsa’l vent e Mal di terra e le note di lettura di Nanni Svampa e di Nerina Garofalo.

L’incontro, che si terrà giovedì 21 marzo 2019 ore 18,00 presso la Biblioteca Sicilia (Milano) è organizzato da Edizioni del Foglio Clandestino e Pietro Esposito, responsabile del Servizio di Storia Locale del Sistema Bibliotecario Milanese.

La serata vede la gradita partecipazione di Davide Romagnoli, autore di El silensi d’i föj druâ (Marco Saya Editore), che leggerà alcuni estratti da Mal di terra, in particolare dalla sezione in milanese Nel sangh che rüsa’l vent.

«Queste liriche» racconta Claudio Sanfilippo «come i testi dell’album musicale I paroll che fann volà sono nate in un momento particolare della mia vita quando, come immerso in una sorta di bolla sfuocata, mi sono ritrovato a pensare e scrivere in milanese.

A mì me piass sarà un’occasione per far scoprire al pubblico la mia scrittura poetica in milanese partendo dalla raccolta Mal di terra e di raccontare quei luoghi di Milano, quei personaggi, quelle letture, quegli incontri casuali indimenticabili che sono stati fonte d’ispirazione delle mie composizioni sia musicali che poetiche».

Introduce la serata Giovanna Daniele delle Edizioni del Foglio Clandestino.

 

 

Claudio Sanfilippo è un cantautore e chitarrista che nel tempo ha esteso la sua attività in ambito letterario e poetico. Ha pubblicato una decina di album, il primo (Stile Libero) si è aggiudicato la Targa Tenco 1996, l’ultimo (Ilzendelswing) è del 2016 ed è interamente scritto e cantato in milanese.
In ambito letterario ha pubblicato diversi libri di narrativa. Il suo esordio poetico è del 2004, con una plaquette interamente scritta in milanese (Nel sangh che rùsa’l vent, Biblioteca di Ciminiera), con una prefazione di Nanni Svampa.
Nel 2015 pubblica la sua seconda raccolta, intitolata Mal di terra (Edizioni del Foglio Clandestino), che ripropone le sue poesie in milanese con un’ampia sezione di nuovi componimenti in italiano.
Il suo stile di composizione musicale ha una parentela stretta con la poesia, così come le sue poesie hanno un legame profondo con le cadenze musicali del verso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.